Giorni di attesa

In questi giorni, ben acclimatati e coccolati dal nostro staff di cucina, attendiamo la fatidica “finestra di bel tempo” ovvero l’insieme di previsioni meteorologiche e congetture progettuali che configurino il tempo ideale per un periodo tale da permettere la progressione in sicurezza sino alla vetta e il rientro ai campi più bassi. Nel nostro caso almeno fino a Campo 1.

Ruffo si è recato in “visita pastorale” presso gli altri capi spedizione per condividere più informazioni possibili su previsioni e progetti altrui, al fine di scongiurare ingorghi e false partenze, rischiose per la progressione in sicurezza sulla montagna, non ricavandone poi chissà quali impressioni.

Ci si aspetta che il tempo per i prossimi giorni non permetta altro che ulteriore acclimatamento sino a 6.400 metri, per poi migliorare e stabilizzarsi intorno al 25/26 settembre.

C’è chi scalpita, chi scrive, chi legge e chi approfondisce gli aspetti sciamanici della vita in alta quota. Attribuite un po’ voi il “chi fa cosa“.

Questo articolo ha 99 commenti

  1. MARTA

    …ah ah vediamo un pò chi indovina…ma è facile…
    direi Ruffo scalpita, Dapo scrive, Samu legge e Mauretto studia riti sciamanici…

    caricate le pile e poi “via” ma solo quando ne vale la pena!

  2. Anna

    Don Juan che fa ai piedi del Manalsu si converte al buddismo ??? Vai guerriero che la strada abbia sempre un cuore

  3. maura

    Mah, ci provo:
    Dapo senz’altro legge e scrive ;
    Ruffo sta meditando su quel poco che ha raccolto dalle varie persone consultate; Samu vorrebbe leggere, ma vedendo Ruffo in meditazione lo conforta;
    Mauretto approfondisce i riti sciamanici.
    Forza ragazzi!!!!!

  4. Mirella Zannoni

    Non conosco Ruffo Samu e Dapo nn posso fare attribuzioni …conosco mio nipote riti sciamani indiscutibilmente…..grazie cmq per quello che ci trasmettere