E la botanica, la botanica ?

Partiti ! In marcia alle prime luci del giorno, dopo una notte di pioggia insistente. Ci accoglie un sole caldo, forse troppo caldo ? Con il fuoristrada siamo arrivati nella serata di ieri a Chjamche (1.450) salendo poi a Dharapani (1.960). Il sentiero, che in molti tratti coincide con i rivoli e le cascate, residui del monsone appena passato, si snoda tra vere e proprie piantagioni di rigogliosa ganja.

Dopo molte conseguenti discussioni di botanica (som tot profesor), camminiamo lesti in compagnia del nostro cuoco Dendi, sempre sorridente.

Le tappe sono brevi, leggere, e qualcuno di noi fatica ad adeguarsi più ai tempi himalayani che alla progressione. Intanto ci prendiamo in giro con eccezionale e straordinaria fantasia, vera medicina per affrontare la vita ad alta quota.

Siamo un po’ anche rabdomanti alla perenne ricerca di una connessione internet, satellitare, wifi, un segnale ! Una volta rassegnati al fatto che le scritte sui lodge sono riferite alla sola, pura connessione al router interno e non alla grande rete Internet, ci rilassiamo.

Ed eccoci qui quindi a Ghoa, duemilacinquecento metri o giù di lì. Da qui ci affidiamo al satellite, anche lui un po’ ballerino. Buona notte e restate in ascolto.

Questo articolo ha 45 commenti

  1. Marco Moncigoli

    …forza ragazzi!!…la vostra salita verso la cima del mondo fa sempre più aumentare la nostra voglia di leggere il vostro viaggio, di immaginare le vostre emozioni, di vedere coi vostri occhi! siete stoici!

  2. Anna

    Non temete, noi saremo sempre in ascolto e collegati….ma le foto?…mancano le foto…bene tutto dalla flora alla fauna

  3. maura

    Fatica, fatica…. forza!!!!
    Vi abbraccio.

  4. lorenzo

    [dal campo base qui in Emilia] Anna per le foto bisogna portare un po’ di pazienza almeno qualche giorno fino all’arrivo al campo base del Manaslu dove si potrà contare su una connessione satellitare più “stabile”. 😉

  5. Michela

    Tranquilli che siamo sempre in ascolto…forza “botanici”:)…

  6. gemma

    ciao ..le vostre descrizioni sono entusiasmanti..vorrei essere li con voi a sorreggervi ad incitarvi ad incoraggiarvi ma credo che sia sufficiente il mio pensiero…forza raga e un abbraccio a sem…

  7. Daniele

    Ah, niente ossigeno ma il doping botanico però lo usate… Grandi, avanti così!

  8. annalisa

    Siamo con voi alpinisti del nostro appennino. Quando ripartite non vi fema piu’ nessuno io vi conosco, conosco le vostre imprese che hanno fatto emozionare tutti noi e quindi colgo sempre l’occasione di ringraziarvi all’infinito. Avete fatto della mia passione una realta. La passione che ho da sempre gli 8000